ATTUALITA

Risparmiare sulla polizza auto si può! Ecco come fare

Risparmiare sulla polizza auto si può! Ecco come fare

 
Ogni anno di questi tempi i contribuenti italiani sono alle prese con i soliti dubbi e incertezze relativi alla temuta dichiarazione dei redditi. Lecite preoccupazioni dovute, a volte, a una conoscenza approssimativa della materia, altre alle continue disposizioni che vanno a modificare la già complessa normativa fiscale. In questa guida tratteremo nello specifico della detraibilità dell'assicurazione auto, partendo dal presupposto che questo tipo di polizza è comprensiva di un contributo per il Servizio Sanitario Nazionale.
 
Specie in Italia la polizza auto incide parecchio sul bilancio familiare, i costi dei premi nel nostro Paese, soprattutto in certe regioni, sono superiori alla media europea e questo è un motivo in più per conoscere se è possibile con il modello 730 detrarre parte della spesa. Ma, purtroppo, se per altre spese nulla è cambiato e resta la possibilità di portarle in detrazione, per le polizze auto qualcosa è variato. Infatti per il 2016 i contribuenti del Bel Paese possono continuare a scaricare, ad esempio, le spese per la ristrutturazione o quelle mediche ma, per effetto di un decreto legge, non più la parte di spesa pagata per il servizio sanitario nazionale al momento di versare il premio per l'assicurazione auto.
 
La novità è stata introdotta a partire dal 1° gennaio 2014 per effetto del decreto legge n. 102/2013, provvedimento che ha praticamente abolito la possibilità di detrarre la quota contributiva al Servizio Sanitario Nazionale. Un contributo che viene opportunamente utilizzato dallo Stato italiano per coprire le spese per i feriti e le vittime degli incidenti su strada. In pratica, mentre prima del 1° gennaio 2014 la quota versata per il SSN in parte poteva essere detratta, oggi non è più possibile scaricarla. Una notizia che di sicuro non ha fatto piacere agli automobilisti italiani, alle prese non solo con gli elevati costi dei premi assicurativi ma in questo particolare periodo anche con la profonda crisi finanziaria.
 
Accertata quindi l'impossibilità di detrarre l'assicurazione auto con il modello 730 è chiaro che bisogna trovare altri modi per cercare di risparmiare qualche utile euro. In questa logica, un valido alleato degli italiani ormai a tutti gli effetti può essere tranquillamente considerato il web. Le assicurazioni online sono in veloce espansione per via della facile e veloce gestione e dei vantaggi economici rispetto alle polizze stipulate in modo tradizionale. Sono tantissime le compagnie assicurative che attraverso il web promuovono e vendono i loro prodotti, e la forte concorrenza non fa altro che aumentare le possibilità di risparmio. Inoltre, con l'ausilio di strumenti appositamente progettati come i comparatori online, con pochi e semplici passi si possono confrontare le offerte di varie compagnie prima della scelta definitiva del preventivo evidentemente più favorevole. Servizi gratuiti ed efficienti che permettono con pochi click e in breve tempo di trovare la compagnia che offre il preventivo meno costoso. È sufficiente inserire online i dati anagrafici e del veicolo e il gioco è fatto. Tra i più riconosciuti ed apprezzati troviamo http://www.polizzeonline.net/ che permette di confrontare polizze di qualsiasi genere, dalla RC auto a quella per i viaggi, la vita, per la casa e tanto altro ancora.
 
 
Dunque sfruttare le risorse del web significa risparmiare soldi, tempo e gestire anche l'intera pratica comodamente da casa senza il bisogno di doversi recare in agenzia. In ogni caso, per i più scettici, fare un tentativo online non costa niente ma dà esclusivamente la possibilità di scoprire una polizza auto non solo personalizzata e quindi adatte alle proprie esigenze, ma pure molto vantaggiosa economicamente.
 
Buona regola anche nei casi di polizze auto online è comunque quella di leggere attentamente tutte le clausole contrattuali prima di passare alla definitiva stipula dell'assicurazione, questo perché è meglio prevenire che curare. È opportuno cioè prestare le dovute attenzioni ai massimali, ai costi del premio, ad eventuali franchigie e così via. Perdere un poco di tempo in più aiuta a scongiurare il rischio di stipulare una polizza poco adatta alle singole necessità. Giusto per fare un esempio appropriato, è completamente inutile contrarre un'assicurazione con dei massimali alti che magari non servono ma vanno solamente a gravare sui costi dei premi. Così come è dannoso richiedere clausole aggiuntive che poco si sposano con le proprie esigenze. Tutte accortezze estremamente utili per stipulare una buona, conveniente e ragionevole polizza auto. Insomma, risparmiare sulle assicurazioni si può, è sufficiente attivarsi sfruttando le strategie giuste.

Torna indietro
Stampa